16 febbraio 2012. A Giuseppe Nova il Premio Brescianità dell’Ateneo

Stamane alle 9:30 si è svolta presso l’Ateneo di Scienze Lettere ed Arti la cerimonia della consegna del “Premio alla Vrescianità Santi Faustino e Giovita” 2012 a Luigi Amedeo Biglione di Viarigi, Giuseppe Nova, Cesare Prandelli e Giovanni Repossi.

Giuseppe Nova, membro della nostra Associazione, è un appasionato e competente ricercatore e divulgatore dei primi albori e dello sviluppo dell’arte cartaria e tipografica in Brescia e provincia, oltre che in Italia, a partire dal Quattrocento, ovvero dalla mirabile invenzione della stampa a caratteri mobile di Johann Guttenberg.

14 giugno 2011. Giuseppe Nova premiato al Rotary Brescia Ovest

La sera del 14 giugno 2011  presso il Rotary Club Brescia Ovest si è svolta la cerimonia di donazione al nostro socio Giuseppe Nova di una medaglia d’oro quale “Premio alla Brescianità”.

La medaglia gli è stata consegnata dal Presidente del Club Guido Rossi  quale riconoscimento dell’attività di ricerca che Giuseppe Nova ha effettuato negli ultimi 20 anni nell’ambito della produzione di libri e stampe nel territorio bresciano. Le sue ricerche hanno portato alla pubblicazione di nove libri stampati dalla Fondazione Civiltà Bresciana e dall’Associazione Bibliofili Bresciani “Bernardino Misinta”, numerosi articoli pubblicati sulla rivista dell’Associazione Bibliofili “MISINTA” e conferenze tenute nella Emeroteca della Biblioteca Queriniana.

L’iniziativa è nata dall’ottima conoscenza dott. Carlo Gorno, già socio bibliofilo e appartenente al Rotary Club, delle espressioni culturali che agiscono in Brescia e nel territorio. Il dott. Gorno ha anche promosso una intervista, trasmessa  il 30 maggio negli studi di Teletutto, di Giuseppe Nova e di Filippo Giunta.

Alla premiazione erano presenti il dott. Ennio Ferraglio, Direttore della Biblioteca Civica Queriniana,  il dr. Filippo Giunta, Presidente dell’Associazione Bibliofili Bresciani “Bernardino Misinta” e l’avv. Pietro Lorenzotti socio Rotary e Misinta, bibliofilo ed esperto collezionista di libri stampati a Brescia e non solo.

Scelta per la destinazione del 5 per 1000 dell’IRPEF

Si segnala ai Soci ed agli Amici dell’Associazione Bibliofili Bresciani “Bernardino Misinta” che a partire da questo anno è possibile sottoscrivere la scelta per la destinazione del 5 per 1000 dell’IRPEF a favore della nostra Associazione.

Infatti con il rinnovo dello statuto,  fatto lo scorso anno, l’Associazione Bibliofili Bresciani “Bernardino Misinta” è stata iscritta nel registro delle APS (Associazioni di Promozione Sociale) della provincia di Brescia e pertanto si giova di agevolazioni fiscali simili a quelle delle ONLUS. Per lo stesso motivo l’Associazione Bibliofili può ricevere donazioni liberali e rilasciarne regolare fattura.

La sottoscrizione si effettua scrivendo il Codice Fiscale della Associazione e firmando nell’apposita casella come da fac-simile nella pagina apposita del modulo di dichiarazione dell’IRPEF:

22 maggio 2010. Visita alla Biblioteca Sormani di Milano

A tutti i  Soci dell’Associazione Bibliofili Bresciani “Bernardino Misinta”

Il 22 maggio 2010 si è svolta  una visita guidata alla Biblioteca Sormani di Milano. Ci accompagnerà il Direttore Dr. Aldo Pirola. Nel pomeriggio andremo a visitare il museo Poldi-Pezzoli.

PROGRAMMA

Ore 08:30 Ritrovo e partenza in pulmann gran turismo dal parcheggio Castellini (angolo via Mantova).

Ore 10.30 Arrivo a Milano e visita guidata del fondo antico della Biblioteca Sormani, il cui direttore, Dr. Aldo Pirola, presenterà alcuni dei capolavori esistenti in biblioteca. E’ la principale biblioteca del sistema delle Biblioteche Comunali di Milano. Possiede un patrimonio documentario particolarmente ricco nelle scienze umanistiche, giuridiche e artistiche. Ha in catalogo più di un milione di volumi. La Biblioteca conserva alcune raccolte speciali: oltre 70.000 libri antichi (ante 1831), fra i quali 2.000 cinquecentine. Possiede una collezione di 2.000 esemplari di libri figurati d’autore a tiratura limitata, una consistente collezione di musica a stampa e di libretti musicali e d’opera.

Ore 12.30 Pranzo in un ristorante della zona.

Ore 15:00 Visita guidata della casa museo Poldi Pezzoli. La dimora aristocratica del nobile Gian Giacomo Poldi Pezzoli (1822-1879) è la cornice di una eccezionale raccolta di dipinti italiani del Rinascimento e anche di una collezione davvero unica di arti decorative: armi, porcellane, vetri, tessili, orologi e oreficerie, stampe e libri antichi. Tra i dipinti, databili dal XIV al XVIII secolo, spiccano capolavori di Pollaiolo, Botticelli, Giovanni Bellini, Mantegna, Piero della Francesca, Tiepolo e Guardi. La biblioteca antica si compone di circa tremilacinquecento volumi, in parte acquistati da Gian Giacomo Poldi Pezzoli nel corso della sua vita, e da un cospicuo nucleo di volumi di filosofia e religione che il collezionista ereditò dal prozio paterno, l’abate Gian Maria Pezzoli, vissuto nel XVIII secolo. La raccolta è di importanza eccezionale, la prima tra le biblioteche private milanesi. Comprende quattro manoscritti, trentatre incunaboli e 623 cinquecentine. La collezione di disegni e stampe è costituita quasi interamente dal legato di Riccardo Lampugnani (Milano, 1900-1996), che alla sua morte ha destinato le proprie collezioni artistiche al Museo Poldi Pezzoli. La raccolta Lampugnani è formata da più di seicento disegni, databili dal XV al XX secolo, e da un migliaio di incisioni, in deposito presso la Civica Raccolta di Stampe Achille Bertarelli.

Ore 17:00 Rientro a Brescia al parcheggio Castellini.

Costo: 55 euro per soci, familiari e simpatizzanti.

Per le prenotazioni, telefonare al segretario Enzo Giacomini 030 2122563, 335 7077509