8-13 maggio 2011. Visita alle Biblioteche di Vienna e Linz.

Dall’8 al 13 maggio 2011 è programmata una visita ad importanti biblioteche austriache. La scelta di una visita a Vienna e ad altre biblioteche austriache era stata stabilita in occasione della visita alla biblioteca di Monaco di Baviera assieme al suo direttore Klaus Kempf, proprio per il successo che tale visita aveva suscitato.

Questo è il programma per bibliofili cui si aggiungerà un programma per accompagnatori:

8 maggio, domenica. Viaggio in pullman Brescia-Vienna.

9 maggio, lunedì. Giorno dedicato alla città di Vienna.

10 maggio, martedì. Mattino: Biblioteca del Schottenstift (Abbazia Benedettina). Pomeriggio: Biblioteca Nazionale Austriaca.

11 maggio, mercoledì. Viaggio verso Linz. Lungo la strada si visiterà lo Stift Melk (il più grande monastero barocco d’Austria con una splendida biblioteca).

12 maggio, giovedì. Mattino: visita dell’Abbazia di Kremsmuenster. Pomeriggio: visita dell’Abbazia di St. Florian. In ambedue i casi si tratta di importanti biblioteche barocche inoltre a Kremsmuenster vedremo una cosa unica al mondo: la così detta torre matematica, il primo grattacielo del mondo (originale in epoca barocca) e osservatorio stellare.

13 maggio. venerdì. Viaggio per Brescia con sosta ad Innsbruck per visitare il Castello di Ambass.

Sono in studio una serie di iniziative che permettano di ascoltare concerti o di fare visite a pinacoteche o altri musei.

21 aprile 2011. Conferenza di Barbara D’Attoma.

Il giorno 21 aprile 2011, si è tenuta, presso la sala conferenze dell’Emeroteca (piazza Martiri del Belfiore, in Broletto in cima alla scalinata dell’anagrafe), una conferenza della dott.ssa Barbara D’Attoma dal titolo: Carte decorate dei Libri e dei Tessuti d’arte tra il XV e il XIX secolo. Laureata all’Università di Padova – Facoltà di Lettere moderne con indirizzo storico artistico nel 1997. Dal 1998 al 2000 ha frequentato la scuola di specializzazione in Storia dell’arte all’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 1999 al 2003 ha messo a punto un sistema di catalogazione del patrimonio storico-artistico ecclesiastico promosso dalla CEI, nella provincia di Bergamo. Dal 2003  è docente di storia del tessuto antico, della moda e del costume alla scuola di restauro ENAIP di Botticino (BS). Attualmente lavora come esperto di documentazione dei beni culturali e coordinatore del polo provinciale  di Brescia per la catalogazione relativamente alla costituzione del centro di documentazione del Centro Servizi provinciale.